le sorgenti di Lumezzane Boio


Sorgente d'acqua a Lumezzane Renzo località Boio

11/06/2013 Lumezzane frazione di Renzo località "Boio" Coordinate 45.65899 N 10.25934 E
PRIMA SORGENTE. L'acqua sorgiva sgorga copiosa dalla roccia della sovrastante montagna.

 

Sorgente d'acqua a Lumezzane Renzo località Boio

11/06/2013 Lumezzane frazione di Renzo località "Boio" Coordinate 45.65899 N 10.25934 E
salendo per la stradina chiusa, 30 metri prima del numero civico 45 di Via Corsica (a destra sul fondo della fotografia).

 

Sorgente d'acqua a Lumezzane Renzo località Boio 11/06/2013 Sorgente d'acqua a Lumezzane Renzo località Boio 21/07/2013

 

Sorgente d'acqua a Lumezzane Renzo località Boio

11/06/2013 Lumezzane frazione di Renzo località "Boio" Coordinate 45.65870 N 10.26019 E
SECONDA SORGENTE distante circa 20 mt (verso Ovest) dalla prima sorgente.

I resti dell'acquedotto romano, che portava l'acqua a Brescia, testimoniano la ricchezza idrica della Valle Gobbia e permettono di ricostruire e documentare una delle tappe storiche che hanno contribuito all'evoluzione ed allo sviluppo della Città di Lumezzane nel corso dei secoli.

 

L'acquedotto romano a Concesio sulla Via Triumplina

 

Tra le prove più evidenti della presenza romana sul territorio bresciano sono le tracce dell’antico acquedotto romano, realizzato all’epoca dell’imperatore Ottaviano Augusto (I secolo d.C.) L’acquedotto romano attraversava la Valle Trompia, convogliando le cristalline acque della Valle Gobbia o Valle di Lumezzane sino alla città di Brescia e fu utilizzato interamente per tutta la lunghezza del percorso originario sino al V secolo d.C.

Oggigiorno parti ben conservate dell’acquedotto romano sono presenti a Concesio, Bovezzo, Mompiano, Costalunga e Brescia città.

I resti dell'acquedotto romano a Lumezzane Pieve in Via Maronere contiguo al n. 61I resti dell'acquedotto romano a Lumezzane Pieve in Via Maronere n. 61 Coordinate: 45.65749 N 10.24298 E.
I resti dell'acquedotto romano a Lumezzane Pieve in Via Maronere contiguo al n. 61I resti dell'acquedotto romano a Lumezzane Pieve in Via Maronere n. 61 Coordinate: 45.65749 N 10.24298 E.
I resti dell'acquedotto romano a Lumezzane Pieve in Via Maronere contiguo al n. 61I resti dell'acquedotto romano a Lumezzane Pieve in Via Maronere n. 61 Coordinate: 45.65749 N 10.24298 E.

L'AREA ARCHEOLOGICA DELL'ACQUEDOTTO ROMANO A CONCESIO-COSTORIO in Val Trompia (Brescia) - The ancient ruins of the roman aqueduct from Lumezzane to Brescia. Total lenght: 25 Kilometers.

La zona archeologica dell'acquedotto romano della Valle Trompia a Concesio (Brescia) La zona archeologica dell'acquedotto romano della Valle Trompia a Concesio (Brescia)I resti dell'acquedotto romano a Concesio (Brescia) sulla Via Triumplina.

L'acqua a Brescia arrivava anche tramite l'acquedotto della Val Gobbia (che prende il nome dall'omonimo torrente ed è la valle in cui è adagiata la città di Lumezzane) o di Tiberio che, partendo dall’attuale città di Lumezzane incanalava l’abbondante acqua della zona per 25 kilometri lungo la Valtrompia.
Questo acquedotto si prolungava alla sinistra del fiume Mella fino ad Artignago, in seguito proseguiva per la località Conicchio, Valle di Mompiano e Costalunga, costeggiando poi il Ronco fino ad arrivare sul colle Cidneo nei pressi della porticula Sancti Eusebii (nei pressi dell’attuale chiesa del convento di San Pietro in Castello).
Da lì si dipartivano i condotti che scendevano a Brescia ad alimentare le varie fontane e le terme romane.

l'interno dell'acquedotto romano di LumezzaneLa mappa del percorso di 25 kilometri dell'acquedotto romano da Lumezzane a BresciaL'interno dell'acquedotto romano di Lumezzane e la mappa del percorso di 25 kilometri dell'acquedotto romano da Lumezzane a Brescia.